Umiliati ed Esaltati: un viaggio nell'Italia medievale



In questa storia (una delle vincitrici nella categoria "Narrativa Storica" dei premi watty 2020) è proposto al lettore un lungo viaggio nell'Italia dell'undicesimo secolo. Un tempo di accese dispute tra l'impero e il papato, che ebbe come paladina Matilde di Toscana, nota come la Grancontessa, guerriera per necessità, anima contemplativa per eccellenza, la quale dovette rinunciare al tanto bramato ritiro conventuale in nome di ciò che in quegli anni era considerato il bene collettivo.

Con la spada in una mano e la croce in un'altra per meglio sopportare il fardello sulle sue spalle, viveva in un mondo in cui gli avidi nobili romani cercavano di innalzare e deporre pontefici a seconda dei loro interessi, attraverso intrighi e tradimenti.

Eppure questo fu anche un periodo di gran sviluppo intellettuale e spirituale, in cui spiccarono figure come papa Gregorio VII, San Pier Damiani e Ugo di Cluny, ansiose di purificare la Chiesa, oltre che di crescita economica, con la rinascita delle città.

A sud, nel frattempo, potremmo parlare degli albori delle crociate, con Ruggero e Roberto d'Altavilla che conducevano una dura campagna per ricondurre la Sicilia saracena alla cristianità.

Questa è, in conclusione, un'opera corale che presenta diversi scenari e punti di vista, immergendo il lettore nel gioco di luci e ombre dell'era medievale, eventi come la battaglia di Cerami e l'umiliazione di Canossa tramutati in forma romanzata.

Può essere letta integralmente su wattpad:


È il secondo libro della serie che ha inizio con “Tra La Croce e la Spada”, ma può essere letto e capito anche senza la lettura del primo.
 



Commenti

Post popolari in questo blog

Umiliati ed Esaltati : Capitolo I - I

Recensione: I Re Maledetti, di Maurice Druon

Umiliati ed Esaltati : Capitolo I - IV