La lupa, il cigno e l'aquila - Romanzo Storico

 

 


Questo romanzo dà continuità agli avvenimenti di "Tra la Croce e la Spada" e "Umiliati ed Esaltati."

Roberto il Guiscardo, ormai affermato come duca di Puglia e Calabria, cerca di elevarsi in un volo più ambizioso: la conquista dell'Impero Romano d'Oriente.

Intanto in occidente Enrico IV continua a scontrarsi con papa Gregorio VII. Nonostante abbia ottenuto la revoca della sua scomunica dopo essersi umiliato a Canossa, il re di Germania e il Pontefice non giungono a una pace duratura. Dubitano della sincerità l'uno dell'altro e Enrico non ottiene l'appoggio di Gregorio per fronteggiare Rodolfo di Svevia, che cerca di usurpargli il trono.

Matilde di Canossa, la grancontessa, rimane a fianco del papa come sua fedele scudiera. Quale signora di Toscana, si trova accanto a Gregorio VII in mezzo a questi due grandi poteri: a nord Enrico e il suo Sacro Romano Impero (del quale non è ancora imperatore perché per esserlo deve ricevere la corona dalla mani del Santo Padre); a sud Roberto d'Altavilla e i normanni.

Nella battaglia di Bianello, dovrà misurarsi con lo stesso Enrico, suo cugino e sovrano, amico d'infanzia e nemico nella maturità.

La prima parte della vicenda, che si intitola "Il volo dell'Aquila", è ambientata fra gli anni 1075 e 1083.

La seconda, "Il morso della Lupa", tra il 1083 e il 1092.


Leggi su wattpad (in corso):

Commenti

Post popolari in questo blog

Umiliati ed Esaltati : Capitolo I - IV

Noi siamo i migliori, di Alfredo Cosco - Recensione