Personaggi di "Tra la Croce e la Spada": Ruggero d'Altavilla


Ruggero d'Altavilla, fratello di Roberto il Guiscardo, fu il conquistatore e il primo Conte di Sicilia. Un personaggio che appare nella trama di “Tra la Croce e la Spada” ancora agli inizi della sua carriera, quando era appena giunto in Italia.

«Era un giovane assai bello, di alta statura e di proporzioni eleganti, pronto di parola, saggio nel consiglio, lungimirante nel trattare gli affari. Conservò sempre il carattere amichevole e allegro. Era inoltre dotato di grande forza fisica e di gran coraggio nei combattimenti. E in virtù di questi pregi, si guadagnò in breve il favore di tutti» scrisse su di lui il cronista Goffredo Malaterra.


Estratto:

Il giovane normanno aveva voluto conoscere l’Inghilterra, ma poi si era pentito di quel viaggio. Il cielo era grigio tutti i giorni, le terre non parevano fertili e le asce di cui tanto gli avevano parlato non gli sembrarono migliori di quelle che trovava in Normandia.

Le lettere ricevute da suo fratello Roberto parlavano invece di un’Italia dai campi fertili, dal sole caldo e occupata da ricchi saraceni da espellere.

Dopo aver adunque deciso di scendere giù, si era imbattuto con le paludi che il fratello aveva omesso nelle sue descrizioni. Nel giorno seguente a quando aveva visto la libellula cadendo una brutta pioggia. - Sono zuppo fino al midollo, - s’avanzavano sovrastati da una vegetazione fitta e umida. Gli zoccoli dei cavalli poi martellando su uno spesso mantello di foglie cadute; ogniqualvolta li sollevavano dalla melma, ne scaturivano dei suoni viscidi.

Si erano fermati a causa dello scalpiccio di altri zoccoli che pestavano quel suolo fradicio. Avevano udito inoltre nitriti e il tintinnio di armi e maglie di ferro.

Ruggero aveva spostato la mano destra sull’elsa della spada, e i suoi uomini avevano fatto lo stesso, prima di proseguire. Tutti all’erta, erano giunti, dopo una pigra curva della strada, in vista dell’altro gruppo (...)

Commenti

Post popolari in questo blog

Umiliati ed Esaltati : Capitolo I - IV

La lupa, il cigno e l'aquila - Romanzo Storico

Noi siamo i migliori, di Alfredo Cosco - Recensione